Dune - 1

Open call: bando “Dune” per 15 visual artist

Da mercoledì 11 a domenica 15 settembre//Oasi Wwf San Felice//Marina di Grosseto
Il linguaggio dell’arte come strumento di indagine e intervento sulle aree ambientali protette di Marina di Grosseto. È quanto si propone il bando “Dune – Arti, paesaggi, utopie” a cura di Mauro Papa e Giorgio Zorcù, organizzato da Accademia Mutamenti nell’ambito dell’iniziativa Toscanaincontemporanea 2019 della Regione Toscana, con la partecipazione del Comune di Grosseto e dell’associazione Amici delle dune della Pro Loco Marina di Grosseto, in collaborazione con Clarisse Arte di Fondazione Grosseto Cultura, l’associazione culturale Clan, Allianz, Cooperativa Silva e Liceo artistico del Polo Bianciardi di Grosseto.
Il bando è online (su www.fondazionegrossetocultura.it, www.clarissearte.it e www.collettivoclan.it) ed è riservato a giovani artisti emergenti, tra 18 e 35 anni, che operano nella produzione di arte visiva collegata col mondo della natura e del paesaggio: fino al 28 agosto sarà possibile proporre la propria candidatura, inviando una mail a info@collettivoclan.it. Il progetto cerca 15 visual artist, 5 dei quali residenti nella provincia di Grosseto, cui mettere a disposizione una residenza artistica di arte ambientale e Land art nell’Oasi San Felice di Fiumara a Marina di Grosseto, affiliata Wwf, di proprietà Allianz. Un vero campus creativo transdisciplinare della durata di cinque giorni, dall’11 al 15 settembre, al fine di stimolare la ricerca, il confronto e la creazione multidisciplinare di opere d’arte – preferibilmente con materiale organico e di riciclo recuperato nell’area dell’Oasi – che sappiano comunicare e coinvolgere sui temi della sostenibilità eco-ambientale. Domenica 15 settembre l’evento finale all’Oasi San Felice con la presentazione delle opere realizzate.
«Uno degli obiettivi del progetto – spiegano Mauro Papa, direttore di Clarisse Arte, Giorgio Zorcù, direttore artistico della compagnia teatrale Accademia Mutamenti, Giada Breschi e Mara Pezzopane di Clan e il maestro d’arte Stefano Corti – è proprio quello di stimolare la creatività degli artisti selezionati, facendo vivere loro un’esperienza completamente coinvolgente, immergerli in un contesto creativo totalizzante che sappia influenzare e attivare tutte le loro risorse. Crediamo che il talento degli artisti possa agire per sensibilizzare su un tema così importante e attuale come quello dell’ambiente: lavoreranno insieme, attivando un confronto artistico produttivo, stimolante e interdisciplinare, seguiti da alcuni Maestri selezionati da Accademia Mutamenti».
Il bando è aperto ad architetti, designer e tutti coloro che operano nel campo dell’arte ambientale o Land art mediante arti visive, performative, fotografia, video, arti applicate, eco-psicologia, interventi site-specific e installazioni musicali. Saranno privilegiati gli artisti che lavorano nell’ambito dell’arte relazionale o partecipata, con esperienza e capacità nel proporre interventi innovativi in grado di stimolare coesione sociale e sensibilizzazione sui temi della sostenibilità ambientale ed ecologica.
«L’obiettivo principale – spiegano ancora Papa e Zorcù – è quello di indagare sulle modalità di interazione tra uomo e natura, cercando di innescare un processo di analisi sulle relazioni di responsabilità che l’essere umano ha nei confronti del luogo che abita. Riteniamo che l’arte, col suo modo di comunicare diretto e affascinante, sappia e possa giocare un ruolo fondamentale. L’accento sarà posto inoltre sulla partecipazione e sulla relazionalità dell’impegno: gli artisti dovranno lavorare insieme e favorire incontri educativi con la comunità locale. Crediamo molto nel progetto Dune: ci aspettiamo tante adesioni».
Il progetto “Dune” è la prima fase del più ampio programma “Laboratorio Utopia 2019/2021”, un progetto triennale pensato dalla compagnia teatrale Accademia Mutamenti e da Clarisse Arte di Fondazione Grosseto Cultura che mette a disposizione residenze artistiche di ricerca e creazione interdisciplinare coinvolgendo artisti di varie discipline, scienziati e naturalisti, con l’obiettivo di produrre visioni nuove e trasversali sui temi legati all’ambiente e al territorio, e a nuovi modi di comunicarle. Per tutte le info, il bando e la domanda di adesione, scrivere a info@collettivoclan.it.

 

Check Also

DSC_0659

Tutti gli eventi natalizi al Museo di storia naturale

Dicembre 2019//Museo di storia naturale//Grosseto Il Museo di storia naturale della Maremma celebra l’arrivo delle …