Hexagon Film Festival, tutti i vincitori dell’edizione 2021

Sabato 18 settembre, al Teatro degli Industri, sono stati svelati i cortometraggi vincitori dell’edizione 2021 di Hexagon Film Festival.

Ad aprire la serata i Cluster, gruppo a cappella noto al grande pubblico per la partecipazione alla prima edizione di X factor. I Cluster, al secolo Erik Bosio, Nicola Nastos, Letizia Poltini, Liwen Magnatta e Lorenzo Subrizi hanno incantato il pubblico con alcune reintepretazioni di colonne sonore di celebri film, da Romeo e Giulietta al Signore degli Anelli, passando per Nuovo Cinema Paradiso e un emozionante omaggio ai Tempi Moderni di Charlie Chaplin.

Padroni di casa della serata, il giornalista e scrittore Giacomo D’Onofrio e l’attrice, autrice e stand up comedian Chiara Becchimanzi, che hanno accompagnato il pubblico alla scoperta dei cortometraggi vincitori di ciascuna categoria.

Chiara ha intrattenuto il pubblico coinvolgendolo con un suo brillante pezzo di stand up comedy, coraggioso, appassionato e irriverente, sull’importanza della narrazione del femminile all’interno della cultura pop.

A premiare i vincitori sono intervenuti Giovanni Tombari, Presidente di Fondazione Grosseto Cultura, Riccardo Ginanneschi, assessore alle attività produttive del Comune di Grosseto, Olga Ciaramella, consigliere del Comune di Grosseto con deleghe alle Pari opportunità, Guido Delmirani presidente di Tiemme, Gianluca Monaci, presidente dell’Ordine Provinciale degli Ingegneri.

«Anche l’edizione 2021– dichiara Giovanni Tombari, presidente di Fondazione Grosseto Cultura – ha confermato che Hexagon Film Festival è una rassegna di livello internazionale, ancor più meritevole perché porta Grosseto alla ribalta in un settore nuovo per la cultura della nostra città, qual è quello dei cortometraggi. Abbiamo potuto apprezzare opere di indubbia qualità provenienti da tutto il mondo, che ci hanno coinvolto e arricchito. Per questo ringraziamo la direzione artistica, i collaboratori e gli sponsor. Da parte di Fondazione Grosseto Cultura c’è tutta l’intenzione di continuare a sostenere la rassegna anche in futuro, accompagnandola nel suo cammino di crescita».

«È stato un piacere e un onore portare il meglio della produzione internazionale di cortometraggi a Grosseto – dichiara Lorenzo Santoni, direttore artistico di Hexagon – e realizzare una serata finale che fosse uno spettacolo di livello, con artisti come i Cluster e i Chiara Becchimanzi. Stiamo già lavorando per la quarta edizione, che speriamo possa svolgersi senza limitazioni covid per far sì di portare a un più ampio numero di cittadini possibile la nostra rassegna. E pensiamo sempre più in grande – aggiunge Santoni – tanto che ci sono anche altri progetti, sempre legati al cinema, e volti a rendere Grosseto un punto di riferimento importante per la settima arte».

Di seguito il palmarès completo di tutti i cortometraggi vincitori, selezionati dalla giuria di qualità: Carmen Giardina – presidente di giuria – Eugenia Costantini, Paolo Gaudio, Mohamed Hossameldin e Serena Bartezzati

Premio Assoluto

The Handyman, Nicholas Clifford, Australia, 2020 (15’)

Per aver dimostrato, con un film poetico e romantico interpretato da due attori di altissimo livello, come la presenza di una persona ottimista possa distogliere da una tragica fine un’anima afflitta.”

Corti in Vetrina

Premio della Giuria

Spring in autumn, Ghasideh Golmakani, Iran, 2021 (8’) Premio della giuria

Per aver osservato le evoluzioni ed involuzioni della propria società con rigore ed autenticità, mostrando la riconquista, in età matura, dei sogni e dei bisogni della protagonista.”

Corti in Vetrina

Premio del pubblico

Con I voti espressi dal pubblico sulla webapp di Corti in Vetrina CortinvetrinAPP

May I have this seat?, Tabish Habib, Pakistan, 2020 (10’)

Tiferet, live action a tema libero

Da yie, Anthony Nti, Ghana, 2019 (20’)

Per aver evidenziato i pericoli che insidiano le vite dei bambini delle Nazioni più povere e la forza dirompente della loro spontaneità, capace di annullare persino velleità criminali.”

Bereshit, animazione a tema libero

Step into the River, Weijia Ma, Cina, 2020 (15’)

Per aver raccontato, con un’animazione elegante e di grande atmosfera, la drammatica scelta obbligata di molti genitori cinesi e la difficile accettazione delle conseguenze.”.

Il Lato Positivo – live action o animazione a tema disabilità

Long distance, Or Sinai, Israele, 2020 (20’)

Per aver narrato, con dolcezza e partecipazione, come la distanza e la perdita della vista non ponga limiti all’amore di una nonna per sua nipote.”

Menzione Speciale

Io sono Matteo, Loris Di Pasquale, Italia, 2021 (20’)

Per la sua capacità di raccontare la malattia come opportunità di rinascita e l’intelligenza con cui si unisce commedia a dramma, con la perfetta intesa dei suoi interpreti.”

Rasenna – produzioni girate in Toscana o da cineasti toscani

La tecnica, Clemente De Muro e Davide Mardegan, Italia, 2020 (10’)

Per aver tratteggiato, in una pellicola vera e propria, un affascinate e coinvolgente romanzo di formazione da 10 minuti.”

Hexagon Film Festival è una manifestazione organizzata da Kalonism APS, in collaborazione con Fondazione Grosseto Cultura, grazie al supporto di Comune di Grosseto, CCN Centro Storico Grosseto, Associazione L’Altra Città, Conad, Tiemme spa, Euronics, Autocarrozzeria La Stazione, con ilGiunco.net come mediapartner e il supporto tecnico dell’Associazione Kansassiti.

Approfondimento sui corti vincitori: https://www.hexagonfilmfestival.com/corti-vincitori-2021/

Fonte: ufficio stampa Hexagon Film Festival

Check Also

Le tecniche fotografiche antiche di Mendola al Polo culturale Le Clarisse

Venerdì 22 ottobre è l’ultimo giorno di esposizione per la mostra “Auschwitz, viaggio nella memoria” …