“Darwin Day” su Wallace al Museo di storia naturale

Il “padre” della teoria dell’evoluzione della specie è senza dubbio Charles Darwin. Ma c’è un altro scienziato che ha fornito un contributo importante allo sviluppo della stessa teoria, sicuramente – almeno tra i non addetti ai lavori – meno popolare: Alfred Wallace. Proprio a lui è dedicato il “Darwin Day” organizzato dal Museo di storia naturale della Maremma, sul tema “È possibile parlare di Darwin senza parlare di Wallace?”.

L’appuntamento – ancora una volta online a causa delle misure anti-Covid – è per sabato 13 febbraio alle ore 17: sarà disponibile un link nella pagina “Eventi” sul sito del museo (www.museonaturalemaremma.it) e chi vorrà potrà seguire la diretta sulla piattaforma Zoom, con la possibilità di fare domande “live”. Inoltre la diretta sarà trasmessa anche sulla stessa pagina Eventi del sito oppure sulla pagina Fb “Museo Storia Naturale Maremma”. Interverrà Piero Borzini, autore di numerosi testi sull’argomento. 

«Charles Darwin – spiega Andrea Sforzi, direttore del Museo di storia naturale della Maremma – è certamente uno degli scienziati più noti al mondo, anche al di fuori del mondo scientifico. Ne è una dimostrazione vivente il numero crescente di iniziative ispirate al “Darwin Day” in tutto il mondo, inclusa la nostra. Tuttavia c’è un altro esimio scienziato contemporaneo di Darwin che ha contribuito in modo essenziale allo sviluppo della teoria dell’evoluzione, senza però avere, almeno al di fuori del contesto scientifico, una eco altrettanto ampia. Si tratta di Alfred Wallace. I due, pur avendo molti punti di contatto, erano anche molto diversi. Pur avendo accomunato una grande idea, la vedevano in fondo in modo diverso. Pur vivendo nel stesso mondo, ne facevano parte in modo diverso e ne avevano una visione diversa. Pur avendo seguito un’iniziale rotta di collisione-condivisione, le loro rotte si sono poi ampiamente separate, e così via. Non si può dire, come molti hanno detto, che uno sia stato “nell’ombra” dell’altro, e nemmeno “nel solco” dell’altro. Ma è possibile parlare di Darwin senza tener conto di Wallace?».

L’evento promosso dalla struttura museale di Fondazione Grosseto Cultura è aperto a tutti. «Sarà un affascinante viaggio alla scoperta di fatti, idee, curiosità, convergenze e divergenze di questi due grandi scienziati – anticipa il direttore Sforzi – per cercare di leggere l’uno alla luce dell’altro, in un inedito Darwin Day che, ne siamo certi, arricchirà». Per informazioni: 0564 488571. 

Check Also

A lezione di farfalle rare con il Museo di storia naturale

Dopo il grande successo del primo incontro, la serie di eventi online del Museo di …