PopUp-23lug18

Progetto Pop up, il bando è aperto!

Martedì 24 luglio//Centro storico di Grosseto

Il progetto Pop up Lab raggiunge un’altra tappa. Da domani, martedì 24 luglio, è pubblicato sul sito internet del Comune di Grosseto il bando per raccogliere le candidature di chi vuol mettere a disposizione un proprio fondo sfitto nel centro storico di Grosseto e di chi vuole aprire un’attività, sempre in centro storico. Il bando scadrà il 30 dicembre. È la “Call for ideas” che, dopo le generiche manifestazioni d’interesse raccolte finora, segna l’avvio della fase operativa vera e propria del progetto che si propone di rigenerare il centro storico cittadino. È uno dei progetti pilota sulla sicurezza urbana, cofinanziato dalla Regione Toscana, promosso dal Comune di Grosseto e realizzato in collaborazione con la cooperativa Sociolab, che vede la partecipazione in rete di una serie di soggetti locali, a partire da Fondazione Grosseto Cultura che si occupa della gestione e della promozione dell’iniziativa insieme con il Comune. Ma non solo, perché l’amministrazione comunale ha coinvolto anche associazioni di categoria come Confartigianato, Cna, Confesercenti, Confcommercio, Cia, Confagricoltura e Coldiretti, oltre a Banca Tema, tutti soggetti disposti ad assistere chi vorrà diventare un protagonista di Pop up, mettendo a disposizione condizioni particolarmente favorevoli. Per tutti. Da un lato l‘amministrazione comunale riconoscerà un incentivo ai proprietari che metteranno a disposizione i propri fondi e dall’altro le migliori proposte di attività – selezionate da una commissione – avranno la disponibilità di insediarsi gratuitamente per 5 mesi all’interno degli spazi, creando così tutte le condizioni favorevoli per diventare stabili. A queste agevolazioni si aggiungono quelle già messe a disposizione da altri soggetti, come Banca Tema. «Da sempre – dice il sindaco di Grosseto, Antonfrancesco Vivarelli Colonna– siamo fermamente convinti che la sicurezza dei centri storici passi anche dall’animazione sociale e commerciale. Per questo abbiamo aderito da subito con convinzione al progetto Pop up Lab, che la mia amministrazione ha finanziato con un ulteriore impegno economico oltre ai fondi per la sicurezza urbana messi a disposizione dalla Regione Toscana. Il nostro impegno per il centro storico di Grosseto è sempre stato massimo, a partire dalle misure per la tutela e il decoro del patrimonio culturale come la valorizzazione delle tradizioni e della filiera corta alimentare fino alle misure per rendere il centro storico più accessibile, la ristrutturazione del mercato coperto e le varie forme di sostegno per chi apre una nuova attività. E adesso c’è anche Pop up. Un’occasione che mi auguro in tanti vorranno cogliere». L’apertura della “Call for ideas” firmata Pop up Grosseto è rivolta a tutti coloro che vogliono trasformare un’idea in un’impresa o aprire un nuovo punto vendita della propria attività nel centro storico di Grosseto. Il modulo ufficiale di partecipazione è caricato online sul sito del Comune (www.comune.grosseto.it) nella sezione dedicata al percorso Pop up. «Entriamo nella piena fase operativa del progetto – dice l’assessore alle Attività produttive del Comune di Grosseto, Riccardo Ginanneschi– e arrivati a questo punto abbiamo ritenuto opportuno coinvolgere le associazioni di categoria: ci auguriamo che la collaborazione possa portare a frutti importanti. I primi risultati sono già incoraggianti: abbiamo registrato fino a questo momento 30 manifestazioni di interesse da parte di imprese alla ricerca di un fondo nel centro storico, in vari settori di attività, pronte ad aderire al progetto. E continuano ad arrivare anche le manifestazioni di interesse dei proprietari dei fondi sfitti che verranno riaperti con le nuove attività selezionate attraverso un bando pubblico, che saranno agevolate per i primi cinque mesi con l’obiettivo di ricucire il tessuto commerciale e sociale, attivando così una ripresa la cui ricaduta andrà a beneficio non solo dei proprietari ma di tutto il centro storico». L’amministrazione comunale rilancia l’invito ai proprietari dei fondi sfitti concentrati nelle vie Garibaldi, D’Azeglio, Paglialunga, Montanara, Dell’Unione, Varese e Cavour, e non solo: per farsi avanti occorre inviare la manifestazione di interesse al Comune o inviare una mail all’indirizzo popup@comune.grosseto.it.

Check Also

anton shaburov

L’Orchestra sinfonica al Cassero con Shaburov e Ferraris

Sabato 18 agosto ore 21.15//Cassero Senese//Grosseto Dopo il grande successo del concerto di San Lorenzo …