grosseto cinema

GROSSETO CINEMA

Via Vinzaglio, 27 - Grosseto
Tel e fax 0564 453128
mediatecacinema@fondazionegrossetocutlura.it

Le esperienze legate al mondo del cinema permettono di immaginare un luogo, un vero e proprio Istituto Culturale dedicato al cinema.  Questa istituzione intende realizzare, pur nel rispetto delle singole autonomie, un progetto di rete per inserire Grosseto nelle grandi esperienze che si realizzano in Toscana e in Italia. Una dimensione che, partendo da esperienze locali, ambisca a conquistarsi un profilo nazionale. 

STUDIO E RICERCA

Immaginiamo l’Istituto come un luogo aperto in cui studiosi e semplici appassionati possano trovarsi per approfondire tematiche, fare ricerche scientifiche.

  • Mediateca Regionale Toscana (Mediateca 2.0) presentazione mediateca
    Un progetto sviluppato insieme a Fondazione Sistema Toscana e Mediateca Toscana.
    Un’aula studio con due postazioni dove consultare, singolarmente o in piccoli gruppi, i materiali afferenti alla Mediateca attraverso un sistema di riproduzione in streaming.
    APERTURA: dal martedì alla domenica dalle ore 16 alle 19 su prenotazione.
    Per info e prenotazioni: mediatecacinema@fondazionegrossetocultura.it 
    SCARICA IL MODULO DI ISCRIZIONE E IL REGOLAMENTO per accedere alla Mediateca 2.0
    Visita le pagine di MEDIATECA TOSCANA e MEDIATECA 2.0 GROSSETO
  • Mediateca Digitale della Maremma i cui materiali saranno accolti nella postazione della Mediateca Regionale
  • Biblioteca a completamento della parte di ricerca e studio. Una biblioteca tematica sul cinema, di cui una sezione dedicata alla commedia.

 

CORSI E APPROFONDIMENTI

Uno degli scopi dell’istituzione è formare/informare un pubblico preparato e aperto a favore anche della fruizione di film nelle sale della città. Si prevede l’attivazione di percorsi formativi rivolti al pubblico.

 

  • Bella la Fotografia, bravi gli Interpreti!(5 incontri) come avviene da tre anni, si ripeterà l’esperienza del corso di critica cinematografica tenuto da Mario Sesti. Solitamente il corso ha una durata di 5 lezioni (3 ore a lezione) nel periodo di febbraio-marzo. Una lezione sarà dedicata ad un regista e ad un suo film su cui i corsisti avranno scritto una recensione. Gli incontri vedranno i partecipanti al lavoro per capire come si legge ciò che tutti conosciamo bene (il piacere dei film) e come si racconta in una recensione: il cinema come movimento del corpo (occhi, orecchie, pelle) e della mente che diventa scrittura. Queste ‘lezioni’ saranno forme di allenamento, esercizio e crescita di un’attitudine, quella degli spettatori, che nessuno ha mai avuto bisogno di imparare. Le recensioni saranno lette, analizzate e commentate pubblicamente, le lezioni saranno costituite di proiezioni di sequenze e commento, i partecipanti non avranno bisogno di alcun titolo, condizione anagrafica o scolare per partecipare.
  • Corso di storia del cinema (5 incontri) un corso di storia del cinema, a cadenza settimanale (2 ore a lezione). Sarà tenuto da Giovanni Bogani, storico del cinema, giornalista di varie testate. Un corso che sarà utile per scoprire come è nato e come si è evoluto il linguaggio cinematografico, vedendo frammenti dei grandi film che hanno segnato la storia del cinema, partendo dai Lumière fino ad oggi, e che non abbiamo occasione di vedere in tv.

 

PROIEZIONI E FESTIVAL

Tra le iniziative previste nei prossimi anni ci saranno rassegne cinematografiche che si svilupperanno nel corso dei mesi approfondendo temi e generi. La Mediateca Regionale Toscana potrà fornire il supporto necessario per portare a Grosseto alcuni festival e grazie alle indicazioni di “Quelli della compagnia”, si potrà attivare un vero e proprio calendario che non vada in collisione con le altre sale della città. Oltre al sostegno nella programmazione di Mediateca Regionale Toscana, sarà cura dell’istituto cinema coltivare collaborazioni con distribuzioni indipendenti.

 

PRESENTAZIONI DI LIBRI

Accanto alle proiezioni sono previste presentazioni di libri che abbiano un legame con il cinema e incontri con registi e attori, ma anche con altre figure “meno note” nel settore che lavorano dietro le quinte.

DICONO DI NOI
Il Giunco.net 
Il Tirreno.it