DSC_0561

“Batti il 5 alla cultura”: il 5×1000 a Fondazione Grosseto Cultura

Parte la campagna per la donazione di una quota dell'imposta sul reddito delle persone fisiche

 

La cultura cittadina ha bisogno del sostegno di tutti i grossetani. Per questo parte la campagna “Batti il cinque alla cultura” per la donazione della quota del 5×1000 dell’Imposta sul reddito delle persone fisiche (Irpef) a Fondazione Grosseto Cultura. Un modo semplice, che non prevede alcun costo, per fornire il proprio supporto al progetto dell’istituzione che gestisce il Museo di storia naturale della Maremma, Clarisse arte e l’Istituto musicale comunale “Palmiero Giannetti”. La Fondazione è patrimonio di tutti i grossetani e proprio a loro è rivolto l’appello lanciato dai vertici dell’ente, affinché al momento della dichiarazione dei redditi scelgano di destinare il loro 5 per mille alla cultura cittadina. «Fondazione Grosseto Cultura è la principale istituzione culturale della provincia di Grosseto – spiega Giovanni Tombari, presidente di FGC – e vogliamo che sia una “casa della cultura” aperta e inclusiva. Stiamo portando avanti un progetto che vuole rendere ancora più forte il senso di appartenenza dei grossetani nei confronti del loro patrimonio culturale. E come ho ribadito sin dall’inizio del mio mandato, occorre prima di tutto far rinnamorare i grossetani della loro città. Dobbiamo volere bene a Grosseto e sentire nostra la Fondazione. Per questo chiediamo oggi ai cittadini un piccolo contributo economico che vada a sostenere le tante attività proposte dai nostri tre istituti: il 5 per mille non ha alcun costo, è sufficiente inserire nella propria documentazione il codice fiscale della Fondazione al momento della dichiarazione dei redditi. Un gesto che per l’ente significa molto, perché come tutti sanno le risorse pubbliche destinate alla cultura sono sempre meno, ma di contro è tanta la necessità di avviare progetti culturali di qualità che possano animare e far crescere la nostra città. L’offerta proposta dai nostri tre istituti va proprio in questa direzione: qualità e partecipazione». Intanto, nei primi tre mesi del 2018, il numero delle sottoscrizioni delle tessere di socio da parte dei grossetani ha già superato il totale del 2017: un primo segnale positivo che arriva direttamente dai cittadini che dimostrano così di apprezzare le proposte della Fondazione. «Abbiamo attivato anche partnership con associazioni di categoria, ordini professionali e privati proprio per coinvolgere tutte le realtà grossetane nelle nostre attività – continua il presidente Tombari –: credo che la strada intrapresa sia quella giusta, ma serve ancora il sostegno dei grossetani». Come donare il 5×1000 a Fondazione Grosseto Cultura? Nel modello della dichiarazione dei redditi (CU, 730, Modello Unico) c’è un riquadro destinato alla “scelta per la destinazione del 5 per mille dell’Irpef”: basta una firma e inserire il codice fiscale di Fondazione Grosseto Cultura, 01431230539.

Check Also

DSC_0187

La Città Visibile 2019, primo incontro per la nuova edizione

Martedì 25 settembre, ore 18.30//Clarisse Arte//Via Vinzaglio 27, Grosseto “La città visibile” 2019 sarà dal …