Maggio2019

A Grosseto è già Maggio Musicale Fiorentino

Sabato 2 febbraio, ore 21//Teatro Moderno//Grosseto

L’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino torna a esibirsi a Grosseto dopo il grande successo del concerto di debutto andato in scena l’anno passato. L’appuntamento, promosso da Fondazione Grosseto Cultura, è sabato 2 febbraio alle 21 al Teatro Moderno: a dirigere l’orchestra sarà Alvise Casellati. Fondata nel 1928 da Vittorio Gui come Stabile orchestrale fiorentina, l’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino (ha assunto questo nome nel 1933, alla nascita del Festival) è impegnata fin dagli esordi nell’attività concertistica e nelle stagioni liriche del Maggio Fiorentino ed è oggi una delle più apprezzate dai direttori e dal pubblico di tutto il mondo: tra i direttori più celebri si ricordano Riccardo Muti e Zubin Mehta che hanno ricoperto il ruolo di direttore musicale, e poi – tra i tanti – Herbert von Karajan, Leonard Bernstein, Claudio Abbado, Lorin Maazel, Georg Solti, Riccardo Chailly, Giuseppe Sinopoli. Attualmente la direzione musicale è affidata al maestro Fabio Luisi.

A Grosseto sarà Alvise Casellati a salire sul podio dell’orchestra: è considerato uno dei talenti emergenti degli ultimi anni. Ha conseguito il diploma di violino con il maestro Guido Furini al Conservatorio “Pollini” di Padova, sua città natale, e sempre a Padova si è laureato in Giurisprudenza, conseguendo poi un master alla Columbia University di New York, specializzandosi in diritti d’autore, e frequentando un corso di Executive management alla Harvard University. Diventato avvocato nello Stato di New York e in Italia, si è avvicinato alla direzione d’orchestra con Leopold Hager alla Musikhochschule di Vienna e con Vincent La Selva alla Juilliard school of music di New York. Nel 2007 ha preso la decisione di dedicarsi esclusivamente alla musica. È presidente e direttore musicale di Central Park Summer Concerts, un’organizzazione che produce un evento annuale, “Opera italiana is in the air”, a Central Park, New York, e in altre città degli Usa e del resto del mondo, per promuovere l’opera italiana in particolare tra i giovani. Attualmente dirige nei più importanti teatri italiani, dalla Fenice di Venezia al Verdi di Trieste al Petruzzelli di Bari, e ha collaborato con le più prestigiose orchestre del mondo. A Grosseto con l’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino, che ha già diretto, eseguirà la sinfonia 38 in re maggiore K 504 Praga di Wolfgang Amadeus Mozart e la sinfonia 2 in re maggiore 36 di Ludwig Van Beethoven.

«La nostra città è pronta a ospitare un altro evento culturale di livello assoluto – dice il sindaco di Grosseto, Antonfrancesco Vivarelli Colonna, con il vicesindaco e assessore alla Cultura, Luca Agresti – al quale ci auguriamo che tutti vogliano partecipare, proprio come l’anno passato. È un onore che il Maggio Musicale Fiorentino abbia voluto confermare in cartellone il concerto di Grosseto: ci avviamo a diventare un appuntamento fisso, a testimonianza di quanto paghi il grande impegno che la nostra amministrazione investe nella cultura, anche attraverso l’attività di Fondazione Grosseto Cultura».

La collaborazione con il Maggio Musicale Fiorentino si intensifica, dopo l’esperienza del 2018. «È un nostro impegno – dice Cristiano Chiarot, sovrintendente del Maggio –: portare la musica del Maggio con le nostre compagini artistiche e coi grandi direttori che salgono sul podio, sul territorio toscano, sia nella Città metropolitana che in tutta la Regione. Desideriamo in questo modo coinvolgere e appassionare alla grande musica più persone possibile e magari conquistarne di nuove e avvicinare al Maggio anche il pubblico che ne è fisicamente più lontano. Torniamo a Grosseto – e ringrazio oltre alla Regione Toscana, chi si è adoperato per farlo: il sindaco Vivarelli Colonna, il vicesindaco e assessore alla cultura, e con loro Giovanni Tombari, presidente di Fondazione Grosseto Cultura e gli sponsor – con grande piacere, ricordando anche il calore e l’entusiasmo coi quali siamo stati accolti l’anno scorso».

Per la città di Grosseto è uno degli appuntamenti più prestigiosi dell’anno. «Dopo Federico Maria Sardelli, Alvise Casellati. Un altro grande direttore d’orchestra – dice Giovanni Tombari, presidente di Fondazione Grosseto Cultura – per un concerto che sarà sicuramente indimenticabile. La Fondazione crede molto in questo evento e finora siamo stati ripagati, visto che l’appuntamento di Grosseto è stato confermato. Per questo ringrazio in particolare il sovrintendente del Maggio Musicale Fiorentino, Cristiano Chiarot, e chi ci sostiene: il main sponsor Fondazione Bertarelli, il socio fondatore Comune di Grosseto, i soci aderenti Aurelia Antica, Infinito Viaggi, Nuova Solmine, Terme Marine Leopoldo II e Uscita di Sicurezza, i sostenitori Banca Tema-Credito Cooperativo e Conad. Grazie anche all’Orchestra sinfonica Città di Grosseto, al Rotary club Grosseto e a Sistema».

Al Moderno si annuncia un grande spettacolo: «La “Praga” di Mozart – diceAntonio Di Cristofano, presidente dell’Orchestra sinfonica Città di Grosseto e dell’Istituto musicale comunale “Giannetti” – è una sinfonia spumeggiante, di ritmo incalzante, la cui composizione strumentale è colma di sorprendenti modulazioni. Con questa sinfonia Mozart chiude l’epoca dei grandi lavori ispirati al modello haydniano, pone i presupposti alle sue ultime composizioni e determina il modello a cui farà riferimento Beethoven all’inizio del suo sviluppo sinfonico. Le due sinfonie sono collegate dalla tonalità (re maggiore) e dallo spirito che le anima, anche se in quella beethoveniana comincia a prender campo la scrittura piena di contrasti e di umori altalenanti che faranno grande e immortale il compositore austriaco».

I biglietti del primo settore del Teatro Moderno – platea – costano 18 euro (intero) e 15 euro (ridotto), mentre i tagliandi del secondo settore – platea e galleria – costano 15 euro (intero) e 12 euro (ridotto). Hanno diritto alle riduzioni i soci tesserati di Fondazione Grosseto Cultura, i soci aderenti, i soci dell’Orchestra Città di Grosseto e la cooperativa Uscita di sicurezza. Per i possessori di Carta Conad è previsto lo sconto di un euro. I bambini fino a 6 anni e i disabili hanno diritto all’ingresso omaggio. I biglietti sono in vendita sul sito internet www.ticketone.it (digitando nella ricerca “Concerto Casellati Grosseto” o “Maggio Musicale Grosseto”) e in questi punti vendita: Bartolucci Expert (viale dei Mille 5, Grosseto, 0564.410155), Ipercoop Grosseto (Centro commerciale Maremà, località Commendone, Grosseto, 0564.462511), Tabaccheria Amoroso (piazza del Mercato 34-36, Grosseto, 0564.21046), Coop Follonica (via Chirici, 0566.264341), Pro Loco Follonica (via Roma, 0566.52012), Museo Arte Sacra (corso Armando Diaz 36, Massa Marittima, 0566.901954) e Iat Orbetello (piazza della Repubblica 1, 0564.860447). Nessun tipo di riduzione è possibile in caso di acquisto online. Gli studenti e i docenti accompagnatori hanno diritto a un biglietto d’ingresso ridotto a soli 6 euro. E gli istituti scolastici possono rivolgersi proprio a Fondazione Grosseto Cultura per l’assistenza nell’acquisto dei tagliandi. Per informazioni è possibile chiamare i numeri 0564 453128 – 488067 o scrivere a info@fondazionegrossetocultura.it. Gli uffici faranno da tramite con il Maggio Musicale per facilitare le scuole nell’acquisto e far ricevere i tagliandi agli istituti in formato digitale, senza dover ricorrere alla modalità on line o pagare i diritti di prevendita nelle rivendite autorizzate.

Check Also

35 dossena

“Un capolavoro di falso” a “Corrispondenze”

Giovedì 21 marzo, ore 18//Clarisse Arte//Grosseto “Corrispondenze” continua con “Un capolavoro di falso”. È arrivato …